Pagine

venerdì 17 novembre 2017

Banca Mps...governo Pd: “Help”, l’email di David Rossi cancellata due giorni dopo la sua morte...da chi e perchè???


Il corpo di Rossi la sera del 6 marzo 2013
di  | 17 novembre 2017


Non solo più di una persona in Mps aveva letto l’email con la quale due giorni prima di morire David Rossi chiedeva aiuto a Fabrizio Viola, ma tra quei pochi che avevano accesso alla casella di posta elettronica dell’amministratore delegato qualcuno si è premurato di cancellarla subito dopo la scomparsa del capo della comunicazione della banca. È l’ultimo sconcertante elemento che emerge in merito alla vicenda Rossi. A svelare il particolare è stata Lorenza Pieraccini, all’epoca dei fatti segretaria di Viola, interrogata soltanto l’8 novembre scorso dal pubblico ministero, Serena Minicucci. Pieraccini al pm conferma di aver letto il 4 marzo 2013 la prima – quella con oggetto “help” – delle circa 30 email scambiate tra Rossi e Viola dal testo drammatico: “Stasera mi suicido sul serio. Aiutatemi!!!”. Poi aggiunge: “Dopo tre o quattro giorni” e comunque “dopo il decesso di Rossi – avvenuto il 6 marzo – per curiosità ho fatto l’accesso alla posta di Viola e, cercando l’email con l’oggetto help, non l’ho trovata”. Quindi qualcuno l’ha cancellata. Chi? Chiede il pm. “Non lo so, sicuramente non io”. Chi avrebbe potuto cestinare le email di Viola? “Non mi ricordo se per cancellarle fosse necessario andare nella sua postazione o se si potesse farlo anche dalle postazioni di chi come me aveva l’accesso”. E chi aveva accesso all’email? “Lo staff era composto da 7-8 persone” e “oltre a me poteva leggerla sicuramente Fanti e qualcun altro ma non so dirle chi”. Il dottor Fanti è Valentino Fanti, capo dello staff della segreteria del Cda quindi anche di quella di Viola e superiore di Pieraccini. Il 4 marzo, prosegue la donna, “poiché l’email era stata già aperta anche io la aprii e la lessi....

Studenti in piazza contro Legge di bilancio e Alternanza scuola-lavoro( Coop...Mac Donals...)

Studenti in piazza contro Legge di bilancio e Alternanza
Nella "Giornata internazionale" manifestazioni e sit-in a Roma e in 40 città. Tafferugli a Milano. In mutande e vestiti con le tute blu: "No al lavoro gratuito". Il 24 si fermano le università

ROMA - Ci sono gli studenti in mutande di prima mattina alla Piramide di Roma e quelli in tuta blu la notte prima al ministero dell'Istruzione. C'è anche un po' di carosello, come sempre, nella nuova manifestazione scolastica e universitaria nel Paese, oggi in quaranta piazze d'Italia. La ricorrenza, 17 novembre, è quella dello studente cecoslovacco di Medicina, Jan Oppetal, ucciso nel 1939 dai nazisti durante l'occupazione, atto a cui seguì una violenta repressione con nove studenti e professori giustiziati senza processo. Prendendo lo spunto storico, in tutta Europa i ragazzi manifestano e qui in Italia le questioni del momento sono duela Legge di bilancio, considerata insufficiente, e l'Alternanza scuola lavoro, per la quale il ministero dell'Istruzione continua a raccontare storie riuscite e gli studenti oppongono fallimenti e sfruttamenti. ...
continua a leggere...
http://www.repubblica.it/scuola/2017/11/17/news/studenti_in_piazza_contro_legge_di_bilancio_e_alternanza-181329880/

Povertà, Caritas: “Un under 34 su 10 in indigenza. I nipoti ora stanno peggio dei nonni”

Povertà, Caritas: “Un under 34 su 10 in indigenza. I nipoti ora stanno peggio dei nonni”

PS: Grazie al Governo RenziPd ...certamente se si continua ad aumentare le spese per "guerre di invasioni in mezzo mondo" e portare la spese per le armi fino a 100 milioni di € al giorno...se si continuad aumentare l'età pensionabile... "quasi fino alla morte"...è ovvio che i giovani non trovano lavoro! E' di questi giorni la certezza che nel 2019 aumenterà ancora...perchè "lor signori" della Caritas non dite queste cose in chiesa al vostro popolo? ...e magari una bella manifestazione a casa vostra contro quello che sostenete ma non fate niente per ridurre queste due maledizioni?
umberto marabese
-----------------------

Il rapporto sull'esclusione sociale evidenzia che da cinque anni i più a rischio sono i giovani e giovanissimi. Una situazione "decisamente più allarmante di quella vissuta un decennio fa dagli ultra-sessantacinquenni". I minori in povertà assoluta sono 1,29 milioni.

figli stanno peggio dei genitori, i nipoti peggio dei nonni. In Italia la povertà tende a crescere al diminuire dell’età. Lo rileva il rapporto di Caritas italiana su povertà ed esclusione sociale 2017 “Futuro anteriore”, che si focalizza sulla vulnerabilità dei giovani. “Se negli anni antecedenti la crisi economica la categoria più svantaggiata era quella degli anziani – si legge – da circa un lustro sono invece i giovani e giovanissimi (under 34) a vivere la situazione più critica, decisamente più allarmante di quella vissuta un decennio fa dagli ultra-sessantacinquenni“. Nel nostro paeseun giovane su dieci vive in uno stato di povertà assoluta. Nel 2007 si trattava di appena uno su 50....
continua a leggere...
https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/17/poverta-caritas-un-under-34-su-10-in-indigenza-i-nipoti-stanno-peggio-dei-nonni/3984155/

giovedì 16 novembre 2017

Dal Prof. Tim Anderson - Come gli pseudo-sinistraisti spiegano il fallimento della "rivoluzione siriana"

Image result for Yassin Al-Haj Saleh

Dal Prof. Tim Anderson


Alcuni "liberali" e "sinistri" occidentali rendono omaggio a Yassin al-Haj Saleh , un intellettuale di sinistra della "rivoluzione siriana". In effetti, Saleh rappresentava solo una piccola parte della sinistra siriana. È stato "perseguitato" perché si è allineato con le insurrezioni sanguinose del 1980 e del 2011 da parte della settaria Fratellanza Musulmana e dei loro sostenitori salafiti internazionali (al Qaeda). Alla fine ha dovuto fuggire per salvarsi la vita da quegli stessi terroristi settari.
Con le forze popolari in Siria e in Iraq che distruggono i mercenari jihadisti settari globalizzati - sponsorizzati principalmente da Washington e dai sauditi - alcuni ideologi nelle culture coloniali mantengono ancora viva l'idea romantica di una "rivoluzione siriana", che in qualche modo ha fallito tragicamente. Questo è anche un mito propagato dalla Fratellanza Musulmana e dai suoi sponsor occidentali, per coprire un'aggressione altrimenti nuda contro la Siria.
È un mito che conta molto meno ora, in quanto tale propaganda non ha più la capacità di alimentare un più profondo intervento della NATO in Siria. Tuttavia, sembra importante per l'immagine di sé di piccoli gruppi di pseudo-sinistocratici occidentali, che si sono impegnati a causa della "red-washing" dell'ultima guerra di aggressione di Washington, sostenuta dalle forze più reazionarie nella regione...

SUI “MERCATI DIMaurizio Blondet - SCHIAVI” SCOPERTI DA CNN A TRIPOLI. DUE O TRE COSE CHE SI SANNO.

SUI "MERCATI DI SCHIAVI" SCOPERTI DA CNN A TRIPOLI.  DUE O  TRE COSE CHE SI SANNO.


Come seguito alle “rivelazioni” CNN sui”mercati degli schiavi” a Tripoli, posso confermare che sono in corso manovre  intricatissime  per scalzare l’influenza italiana  sulle kabile e le mafie della  zona di Tripoli,  apparentemente nel  quadro di una potente riconferma  anglo ed europea dello pseudo-governo  di As-Serraj, che non conta niente ed è in mano alle sue diverse milizie che controllano qualche pezzo del territorio (specie del porto di Tripoli,  che riceve vari tipi di “importazioni” illegali, armi e droga, più che gestire il traffico di   neri).
Il segnale del cambiamento: è l’arresto, da parte di una delle milizie che graziosamente appoggiano As-Serraj, di Giulio Lolli. Chi è? Un personaggio  molto noto a Rimini, e  alla stampa locale,  padrone di un fallito cantiere, la “ di Rimini Yacht, società che vendeva barche di lusso e che è fallita portandosi dietro un’inchiesta giudiziaria che ha coinvolto importanti esponenti della Guardia di finanza, finanzieri legati alla P3”. Latitante da sette anni, perseguito da un mandato di cattura internazionale, viene descritto da Rimini.2.0  come “un uomo sempre intento a trafficare, tanto con le ONG quanto con le varie consorterie che si contendono il potere in Libia...

Italia fuori dai Mondiali, «Siamo una nave senza comandante, in mezzo alla tempesta»: gli sms dei giocatori azzurri contro il c.t. Ventura



PS: "«Faremmo meglio con Gigi giocatore, capitano, allenatore» scrive un giocatore azzurro a testimoniare il clima che c’era all’interno della squadra prima della sfida con la Svezia"...forse, pur con il cielo sereno e il sole, mi si è annebbiata la vista, ...vedo solo bianco nero/i...".

umberto marabese
-----------------------


Ventura e Buffon (Epa)Ventura e Buffon (Epa)
shadow
L’Italia fuori dai Mondiali, Ventura esonerato: le 5 lezioni (probabilmente inutili) di questa triste storiaGuarda ed ascolta il Video:


Se una telefonata allunga la vita, un sms può reinventare una carriera: «Faremmo meglio con Gigi giocatore, capitano, allenatore: adesso siamo una nave senza comandante, in mezzo alla tempesta». L’ha scritto un giocatore azzurro a un compagno, tra il crepuscolo svedese di Solna e la notte italiana di San Siro, parlando di quel carisma che da sempre accompagna Buffon e, va da sé, che mai ha scortato Ventura. Da intercettore di palloni a salvatore di anime e, chissà, se anche di Nazionale....

Senato, la rivoluzione di Grasso: stop ai cambi di casacca, leggi sprint (pure quelle popolari). E il Cnel diventa vietato



Il nuovo regolamento di Palazzo Madama voluto e studiato dal presidente ha ottenuto il primo via libera all'unanimità della giunta e ora attende l'esame dell'Aula. La manovra taglia i tempi di parola, velocizza l'approvazione delle leggi. E a suo modo abolisce il Cnel: non sarà possibile farne ricorso per avere pareri sui provvedimenti. L'operazione risponde alle critiche avanzate ai tempi del referendum sulla Costituzione da Renzi e il Pd...
Altro che referendum sulla Costituzione. La riforma del Senato, con tanto di quasi abolizione dello Cnel, la firma Pietro Grasso con il nuovo regolamento che rivoluziona il funzionamento di Palazzo Madamaha ottenuto il via libera all’unanimità della giunta e ora si prepara all’esame dell’Aula dove sarà necessaria la maggioranza assoluta. Dentro c’è tutto quello (e molto di più) che nei mesi di campagna referendaria per la riforma voluta da Matteo Renzi si contestava al Senato. Intanto si interviene contro i trasformisti, i cambi di casacca e le formazioni che nascono in corso di legislatura: chi non ha almeno dieci senatori e non si è presentato alle elezioni con simboli e candidati non potrà formare nuovi gruppi. O per essere più chiari: mai più Verdiniani di Ala, ma anche Ncd di Angelino Alfano e pure Articolo 1-Mdp o Gal...
continua a leggere...
https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/16/senato-la-rivoluzione-di-grasso-stop-ai-cambi-di-casacca-leggi-sprint-pure-quelle-popolari-e-il-cnel-diventa-vietato/3981493/

Renzi in treno a Milano, lo accolgono solo 5 magliette gialle e una ressa di giornalisti. Ma fargli domande è inutile




PS: X per il DucettoRenziPd..."aspetta e spera che già il momento s'avvicina...ma quando ci vedrai davanti a te ... NON ci saranno magliette gialle come volevi e speravi tu...
umberto marabese
------------------------
Il treno del Pd Destinazione Italia fa tappa a Milano. Ad accogliere Matteo Renzi alla stazione di Lambrate ci sono pochi militanti iscritti ai circoli della città: “Siamo in pochini? A Milano si lavora, per fortuna – sottolinea una di loro -. Sono venuti solo i pensionati”. Pochissimi anche i rappresentanti del “popolo delle magliette gialle” promesso dalla nota del partito che annunciava l’arrivo del segretario, impegnato per due mesi in un “viaggio di ascolto dell’Italia”...
continua a leggere...
https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/15/renzi-in-treno-a-milano-lo-accolgono-5-magliette-gialle-e-una-ressa-di-giornalisti-ma-fargli-domande-e-inutile/3980646/

mercoledì 15 novembre 2017

Centrosinistra, la missione diplomatica dello "iettatore" Fassino: vede Grasso e Boldrini e chiede aiuto a Prodi. Ma D’Alema gli dice già no


Risultati immagini per foto di fassino e renzi

PS Bei tempi, belle e sonore risate ...tra il "bugiardo e lo iettatore"...!
umberto marabese
-------------------------

L'ex sindaco di Torino, delegato di Renzi per tessere rapporti con la sinistra, ha visto i presidenti delle Camere. Ma si confronterà anche il fondatore dell'Ulivo. Guerini, intanto, avrà il compito di mediatore con i partiti centristi di governo, da Casini ad Alfano.
“Il fatto che abbia affidato a Fassino i rapporti con la sinistra, dice tutto su quanto siamo distanti…” avevano detto da Mdp dopo la relazione di Matteo Renzi alla direzione del Pd in cui il segretario ha aperto, almeno a parole, a un centrosinistra largo. Ma l’ex sindaco di Torino ha fatto partire la sua missione diplomatica. I primi incontri sono stati con i presidenti delle Camere Piero Grasso e Laura Boldrini, entrambi impegnati in un percorso di unità alla sinistra del Partito democratico. Due figure che possono servire a riallacciare un dialogo tra il Pd e la sua ala sinistra, nonostante i toni critici di entrambi e gli appelli alla “discontinuità”. Ma la situazione è così grave e così delicata che la notizia del giorno è che Piero Fassino ha messo in calendario anche un incontro con Romano Prodi, il fondatore dell’Ulivo e del Pd e unico leader ad essere stato capace non solo unito le varie anime del centrosinistra (dagli ex democristiani ai comunisti), ma averle trascinate anche alla vittoria elettorale. L’incontro tra Fassino e Prodi è fissato per i prossimi giorni. Ma il luogotenente del Pd ha già avuto un’anticipazione della possibile risposta di Mdp, perché ha sentito per telefono Massimo D’Alema per sondare la disponibilità ad un’intesa elettorale. L’ex capo del governo ha detto all’ex segretario Ds di affrontare l’argomento con il coordinatore di Mdp Roberto Speranza, aggiungendo che, a suo avviso, il percorso è ormai tracciato...
continua a leggere... 
https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/15/centrosinistra-la-missione-diplomatica-di-fassino-vede-grasso-e-boldrini-e-chiede-aiuto-prodi-ma-dalema-gli-dice-gia-no/3979966/

Marco Zavagli - Sono salito sul treno di RenxiPd...destinazione Italia a Ferrara

--------------------
Avete mai sentito parlare di metagiornalismo? Neanch’io. Almeno fino alle ore 16:00 di giovedì 10 novembre. Quando alla stazione di Rovigo sono salito su “Destinazione Italia”. L’intercity Pd portava Matteo Renzi verso Ferrara. Il segretario provinciale Luigi Vitellio aveva invitato la stampa ferrarese a salire per condividere 30 chilometri di binari con il leader dem. Non tanto per poterlo raccontare ai nipotini, quanto perché a bordo vi era una delegazione di cosiddetti Azzerati Carife, uno dei diversi comitati spontanei di risparmiatori, nati in seguito al crac della banca cittadina.
Un crac che ha penalizzato, tra azionisti e obbligazionisti subordinati, oltre 32mila persone. Vale a dire oltre 32mila famiglie. Quasi un’intera città. Ecco allora che l’invito acquistava un significato nobile. Permettere alla stampa cittadina di raccontare l’incontro tra i risparmiatori e Renzi, additato a Ferrara come il responsabile numero uno del decreto salvabanche (che nel caso di Carife ha anticipato gli effetti del bail-in nonostante fosse già pronto un piano di salvataggio del Fondo interbancario)...
continua a leggere...

Giulietto Chiesa - Alternativa: " La Mossa del Cavallo".

La Mossa del Cavallo

Per quelli che non sanno più per chi votare, nasce una nuova prospettiva. Non è un nuovo partito. È un programma politico forte, concreto, realistico. Una Lista del Popolo.
15 novembre 2017facebook.com/giuliettochiesa/
Per tutti quelli che non sanno più per chi votare, nasce una nuova prospettiva. È la società civile che si organizza.
Non è un nuovo partito. 
È un programma politico forte, concreto, realistico, per salvare l'Italia dal degrado in cui si trova. Un programma di donne e uomini competenti, onesti, coraggiosi.

Io (con molti altri) ne sono uno dei promotori. È una proposta che si rivolge a tutti coloro che vogliono risorgere, individualmente, collettivamente.

Non è l'ennesimo tentativo di unire la sinistra, o di ripartire da nostalgie del passato.

Lo abbiamo chiamato "Mossa del Cavallo" per far capire che bisogna scavalcare questi partiti inetti e/o corrotti, o entrambe le cose. Tutti.

Noi siamo con coloro che hanno votato "no" al referendum del 4 dicembre 2016. Vogliamo attuare la Costituzione.

È un programma rivoluzionario che sta tutto dentro la Legge Fondamentale del nostro Stato, quella che il 60% dei cittadini vuole sia mantenuta, difesa, e sopratutto, attuata...

MA BERLINO VUOLE L’ATOMICA. Cosa si nasconde dietro il progetto “euro-nukes”

Risultati immagini per foto di Vincent Brousseau
Vincent Brousseau
------------------------
Di Carmenthesister –Novembre 9, 2017
Vincent Brousseau ha lavorato per 15 anni presso la BCE, in particolare nel Sancta Santorum della politica monetaria, ed è uno dei maggioriesperti francesi sull’euro. Ma essendo anche un grande conoscitore della scena politica tedesca e di questioni geostrategiche e militari,  ha preparato un dossier del massimo interesse su quello che sta succedendo in Germania intorno alla possibilità di eludere il divieto alle armi nucleari impostole dopo la seconda guerra mondiale, e mettere silenziosamente le mani sulla forza d’urto francese tramite la creazione di una “bomba nucleare europea” («Euro-nukes»). Co
Dossier strategico di Vincent Brousseau, 15 luglio 2017Cos’è il trattato di Mosca?
Alcuni mesi fa, un comunicato dell’agenzia Reuters (di metà novembre 2016) ricordava incidentalmente che nessun accordo di pace è stato firmato tra il Giappone e la Russia dopo la seconda guerra mondiale. Questi due Stati sono quindi, dal punto di vista giuridico, ancora in guerra dal 1945...